Chili di troppo: istruzioni per l’uso.

Quante volte avete guardato un dolce con la voglia di mangiarne fino all’ultima briciola e allo stesso tempo sentendovi in colpa solo per aver avuto la stessa idea?

A me è capitato un milione di volte.

Strano a dirsi, ma quando ero piccola non mangiavo molto, ero costantemente sottopeso e il mio dottore mi obbligava a mangiare ogni volta che mi vedeva offrendomi caramelle a non finire. Tutti mi invidiavano perché potevo mangiare qualsiasi cosa senza che nessuno mi dicesse no, ma questo perché non ce n’era alcun bisogno. Ero io stessa a non voler mangiare, nemmeno le caramelle.
A migliorare tutto, o a peggiorare tutto, sono stati i miei genitori con la loro separazione. Da quel momento in poi sono stata vittima di insonnia, dolori anomali e, per finire con “broche de oro”, come si dice in Spagna, ho iniziato a mangiare per sfogare tutta la mia tristezza: il cibo era la soluzione a tutto.

Ora magari mangiate per il nervoso anche voi e le cause possono essere molteplici, potreste essere nati con l’amore per il cibo, potreste esservi nascosti nel cibo come faccio io, oppure potreste anche essere amanti del cibo perché viviamo nel paese in cui il cibo è considerato uno dei migliori del mondo – e a buon ragione; abbiamo mille difetti noi italiani, ma come cuciniamo noi pochi lo fanno (siamo realisti). Non importa quale sia la ragione, ogni qualvolta si avvicina il momento di salire sulla bilancia si inizia a pensare in che modo si possa truccare il risultato. È normale.

Tutto questo però non ha nulla a che vedere con ragazze già magre che vogliono diventare ancora più magre. Non ha a che vedere con quelle ragazze che tu vedresti bene su un manifesto da fotomodelle, ma che in realtà si guardano sempre dicendo, devo perdere almeno cinque chili – facendosi così venire un attacco isterico se non omicida per un attimo.
Ora, vorrei parlare a quelle ragazze (o ragazzi) che si guardano allo specchio ogni mattina e controllano quale parte del corpo piace loro di meno, si guardano e pensano di essere persone da buttare nella spazzatura perché non sono esteticamente belle – anche se la maggior parte delle volte siamo noi a vederci decisamente più brutti di come siamo. In realtà ciò che sarebbe da buttare nella spazzatura è proprio questa cultura dell’immagine della nostra epoca. Una cultura che dovrebbe sparire tanto in fretta quanto si è formata. Con questo non sto dicendo di essere una di quelle persone che vedono tutti belli o che non guardano all’aspetto. Sono una normalissima persona che si guarda e non si piace, che quando conosce qualcuno generalmente lo osserva nella sua esteriorità, eppure vorrei dire una cosa che ritengo non importante, ma super importante: l’apparenza è solo un primo passo nella conoscenza delle persone, ma c’è molto di più. Il carattere di una persona può fare innamorare, il sorriso di una persona anche, ma ciò che si vede in superficie non è qualcosa che ti rimane, soprattutto perché con il passare del tempo la bellezza svanisce a meno che non si ricorra a qualche sistema non-naturale, mentre il carattere rimane e soprattutto l’intelligenza.
Detto questo, vorrei dirvi che il problema è imparare a convivere con voi stessi. Essere leggermente fuori peso va bene, mangiare va bene, senza esagerare, naturalmente. E non perché sarete brutti, ma perché potrebbe influenzare la vostra salute.
Se, invece, è l’amore a preoccuparvi, vorrei che capiste che l’amore arriva ugualmente. Non si ferma a guardare il vostro aspetto – ma non lo cercate, lui arriva da solo, come una sorpresa.
Tutto ciò che non dovete dimenticare è che l’opinione della gente non è importante a meno che non si tratta dei vostri cari, perché l’unica opinione che deve interessarvi è la vostra.

Ciò che desidero è un mondo in cui le persone non siano spaventate ad essere ciò che sono. Non abbiate paura, né sentitevi colpevoli mangiando un dolce. Se volete mangiarlo dovete farlo, l’importante è saper decidere che quel dolce richiede una certa attenzione a ciò che mangerete dopo oppure a ciò che fare dopo. Passeggiate, ammirate il mondo, correte per sfogare tutta la vostra frustrazione. Sono tutte soluzioni che funzionano, e non solo per diminuire il vostro peso oppure tenerlo sotto controllo. Si tratta di metodi che hanno il compito principale di farvi guardare il mondo con gli occhi diversi, di aprire la vostra mente e guardarvi sotto un altro punto di vista. Voi non siete solo carne ed ossa, voi siete anima e cuore, siete il vostro cervello e i vostri sentimenti ed i vostri ricordi. Ognuno di noi è un milione di cose diverse, ma la cosa più importante è che anche se non siete perfetti c’è chi vi ama così come siete e se vi amano allora vuol dire che siete belli.

La bellezza non si definisce con il peso di una persona. Non si definisce con le linee del suo corpo, con il colore dei suoi occhi, la lunghezza dei capelli e delle gambe, né la finezza del naso. La bellezza si definisce con il proprio gusto e come ognuno sa i gusti variano a seconda della personalità.
Non lasciate che vi definisca.

Ma se ancora vi spaventa la prova costume, allora provate molta verdura e acqua, ma soprattutto molta aria aperta e molta attività fisica. Evitate gli ascensori, evitate i luoghi chiusi, i computer. Prendete un bel paio di scarpe da ginnastica nuove e fatele diventare vecchie. Scoprite nuovi angoli del vostro paese o della vostra città che mai avete pensato di visitare. Ora non vorrei sentirmi una pubblicità di qualche supermercato, ma perché non prendere due piccioni con una fava?
Scoprite il mondo (e voi stessi) e scendete con il peso per piacervi.Immagine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...