A little bit of non-poetry

Quando questa mattina mi sono svegliata, oltre al bisogno della colazione (sempre presente), ho sentito un’altra necessità. Una bellissima, voglia, conosciuta, che mi fa sentire davvero viva e felice.

Scrivere.

Rain and wind

Rain and wind,

out the window.

The light of early morning,

soft, gently, fragile,

peek out from the closed shutter.

Your scent on the pillow,

your absence lies with me.

Per chi non è pratico dell’inglese e preferisce la nostra lingua musicale i non-versi sono:

La pioggia e il vento,

fuori dalla finestra.

La luce del primo mattino,

soffice, gentile, debole,

fa capolino tra le persiane chiuse.

Il tuo profumo sul cuscino,

la tua assenza sta con me.

Sono altamente consapevole che questa non sia una poesia, né tantomeno sto cercando di essere poetessa, semplicemente queste parole sono uscite dalla mia anima e si sono gettate su un foglio bianco. Ed è stato talmente intenso da non poterlo fermare. E sono felice perché qualcosa del genere non mi capitava da molto, troppo tempo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...